Il gatto, come sa bene chi possiede un micio non ha bisogno di essere lavato e provvede da solo alla propria pulizia e igiene personale. Tuttavia, i veterinari di Gruppocvit ricordano di prestare attenzione alla zona delle orecchie, una parte particolarmente delicata che necessita di cura e attenzione per evitare la comparsa di malattie.

Pulire le orecchie per evitare l’otite nel gatto

Nel gatto, così come nel cane e nell’uomo, il cerume non è sporcizia ma una sostanza con funzione protettiva nei confronti di funghi, batteri, virus e corpi estranei. Per questo i veterinari consigliano di non rimuoverlo da soli.

Se notiamo che il gatto ha una produzione eccessiva di cerume la causa può essere un’infiammazione dell’orecchio o otite, causata da virus, batteri, parassiti o corpi estranei. I sintomi dell’otite nel gatto si manifestano con l’orecchio abbassato, la testa inclinata, scuotimenti della testa e grattamento delle orecchie ma anche con sintomi più generici quali la disappetenza o l’inattività dovute al dolore.

La produzione potrebbe essere anche di cerume maleodorante, che potrebbe indicare la presenza di un’infezione in corso dovuta ad un’otocariasi del gatto (o rogna auricolare), ad un corpo estraneo o a traumi da grattamento, per fare alcuni esempi.

In ogni caso è bene controllare periodicamente le orecchie del gatto e rivolgersi al veterinario per valutare la situazione e cominciare la terapia adatta.

Infiammazione alle orecchie per cattiva alimentazione

Se il cerume è di colore normale, ma abbondante la causa può essere una forma di allergia. Le intolleranze del gatto colpiscono proprio la pelle e l’orecchio e in caso di otite è bene somministrare all’animale solo crocchette e umido di prima scelta, preferibilmente monoproteico fino al miglioramento dei sintomi, ricordando che l’alimentazione è solo uno dei tanti fattori che contribuiscono alla salute delle orecchie.

Consigli per la pulizia dell’orecchio del gatto

Resta compito del proprietario controllare le orecchie dei gatti e informare il veterinario di strani atteggiamenti del micio o produzioni auricolari diverse dal solito così da indagare il problema specifico e ricevere i giusti consigli. I proprietari non devono avventurarsi mai a fare manovre sulle orecchie senza che siano necessarie e senza che siano indicate dal veterinario, altrimenti rischiano di compromettere davvero la salute delle orecchie del loro gatto.

Prendersi cura delle orecchie del gatto è importante per i proprietari e in caso di anomalie come arrossamenti, cerume eccessivo o cattivo odore è bene rivolgersi al veterinario che saprà dare le migliori indicazioni per curare un’eventuale malattia, come l’otite.