Il primo prodotto che si acquista quando arriva un gatto in casa è la lettiera, ci sono veramente tanti i modelli di lettiera per gatti in commercio. Il consiglio è scegliere una lettiera pratica, robusta e di buona qualità, ma allo stesso tempo facile da pulire. Il gatto è un animale molto pulito e schizzinoso e il suo bagno dovrà essere sempre perfetto. Ecco i consigli di Gruppocvit per scegliere la migliore lettiera per gatti.

Lettiera per gatti a grana fine e grossa

La prima cosa da scegliere quando si acquista la lettiera per gatti è la grana, che può essere fine o grossa. Le lettiere a grana sottile sono da preferire perché sono morbide, e permettono al gatto di scavare senza problemi e assecondare la sua natura. Le lettiere a grana grossa o in pellet, invece, non sempre sono apprezzate dall’animale perché non permettono al gatto di fare buche con facilità.

Grandezza e sabbia della lettiera per gatti

Al gatto piace scavare e sotterrare i propri bisogni, quindi oltre a fornire un substrato abbastanza alto (almeno 5 cm) perché possa farlo, è necessario acquistare una lettiere larga dove possa stare comodo e a suo agio.

A chi si chiede se sia meglio la lettiera aperta o chiusa, gli esperti di Gruppocvit consigliano di basarsi su abitudini e comportamenti del gatto. In alcuni casi l’animale preferirà una lettiera aperta, in altri amerà la lettiera chiusa poiché si sentirà al sicuro e protetto.

Qual è la migliore lettiera per gatti

Il giusto compromesso tra necessità del gatto e pulizia della casa, oltre che una scelta a vantaggio dell’ambiente, è la lettiera di mais a grana fine e agglomerante. In questo modo si permette al gatto di scavare buche senza problemi e si ottiene una lettiera a composizione vegetale compostabile o smaltibile nel WC. L’essere agglomerante permette una migliore pulizia ed eliminazione dei residui.

Ogni quanto pulire la lettiere

Il gatto è un animale molto attento all’igiene quindi è importante mantenere la lettiera sempre pulita, ciò comporta che la sabbia sia sostituita almeno una volta a settimana. Ma come si pulisce la lettiera?

Il consiglio dei veterinari è di non usare detergenti profumati, ma solo acqua calda, sapone neutro e bicarbonato che permettono di rimuovere i cattivi odori. Per una pulizia più efficace si può riempire la lettiera con acqua calda e due cucchiai di bicarbonato di sodio, lasciando agire il composto per qualche minuto prima di passare al risciacquo.

In conclusione, la scelta della miglior lettiera per gatti è fondamentale per il benessere dell’animale e grazie alle tante soluzioni in commercio si può trovare il giusto compromesso tra pulizia della casa, esigenze del gatto e sostenibilità ambientale. Sicuramente la lettiera è il primo accessorio che entra in casa quando si decide di accogliere un gatto e considerata la pulizia dell’animale è importante scegliere la giusta sabbia e sostituirla regolarmente.

Se non hai esperienza nella gestione del gatto o hai altri dubbi e domande sulla scelta della lettiera in Gruppocvit troverai veterinari esperti, che sapranno consigliarti al meglio per la perfetta convivenza con il micio.